Share Button

“Lo scopo della geomanzia è fornire la cultura moderna
di metodi per comprendere il flusso delle forze vitali,
e metodi per percepire le dimensioni
finora meno conosciute dell’esistenza.”
Marko Pogačnik, La cultura di Gea – un manifesto; 2009

Ogni forma visibile possiede una cellula di coscienza invisibile
che si occupa della sua evoluzione. Attraverso adeguati esercizi
è possibile percepire e comunicare con queste presenze,
che agiscono da piani dimensionali diversi ma paralleli al nostro.
Vengono chiamati elementali o spiriti di natura in quanto il loro agire
è legato agli elementi e ogni essere elementale ha funzioni e qualità specifiche.
C’è un movimento culturale che da trentacinque anni
si impegna a far conoscere a un pubblico sempre più ampio
le radici invisibili della vita. Il promotore principale di
questa nuova cultura della guarigione della terra
è Marko Pogačnik, geomante, autore e artista sloveno.
Grazie a lui abbiamo trovato accesso a questi regni
ed è nostro intento di sensibilizzare e suscitare interesse
per queste dimensioni nel pubblico.
I cosmogrammi sono una delle forme di comunicazione
con la coscienza di Gaia sviluppati da Marko Pogačnik,
altre forme sono il suono e forme di meditazioni immaginative.
Il dialogo con la terra inizia con la percezione in profondità di un luogo
e delle intelligenze ad esso collegati. Sorgono visioni e emozioni che il geomante
traduce in un linguaggio artistico – energetico. Questo si attua in molteplici modi che
vanno dal disegno, all’intervento creativo nel paesaggio, alla scultura, ognuno un atto
d’amore per la Terra. I cosmogrammi vengono scolpiti nella pietra a
piccoli colpetti, quasi a voler imitare l’erosione da parte della natura.
Questa moltitudine di colpi lascia una traccia anche nel tessuto energetico globale,
trasmettendo l’intento e il messaggio al regno elementale. Il cosmogramma
viene poi posato in un punto energeticamente significativo del paesaggio
in modo da armonizzare e sostenere le forze creative presenti.

Lascia un commento