Laboratorio Telepatico LifeNet di Aprile 2022 – Creiamo la Pace

Share Button

Martedì, 12 Aprile 2022, inizio alle ore 20.00 di sera
Da ripetere Sabato 16 Aprile 2022, inizio alle 9.00 di mattina

Il programma del laboratorio è disponibile in diverse lingue in queste pagine web:
www.lifenet.si/meditations o https://www.lebensnetz-geomantie.de

  • Lavoriamo in allineamento con il Sole, perciò inizia all’orario previsto in base alla tua ora locale.
  • Se necessario, riguarda le Linee Guida per Laboratori Telepatici pubblicate nei siti web citati sopra.
  • Studia in anticipo il programma del laboratorio, tieni con te una copia stampata oppure disponibile sul tuo computer o telefono, in modo da poter seguire le sequenze.

Sintonizzazione del gruppo
1. Sii consapevole che come gruppo siamo sparsi nel mondo. Muovi le tue antenne sottili e senti la presenza dei membri del gruppo.
2. Formiamo un cerchio e invitiamo antenati e discendenti della specie umana ad unirsi al cerchio. Sii consapevole di come ti senti mentre sono con noi nello stesso cerchio.
3. Adesso invitiamo gli esseri elementari e archetipici dei regni della Terra ad unirsi a noi. Invitiamo anche gli esseri della rete angelica. Sii consapevole di come ti senti mentre sono con noi nel cerchio.
4. Ora tutti insieme, vocalizzando, intoniamo dei suoni per sintonizzarci gli uni con gli altri e creare un livello di spazio e tempo comune (crea dei suoni secondo la tua intuizione).

Sequenza 1: Iniziamo creando la pace interiore
1. Siediti in pace e nella tua immaginazione fai 5 passi indietro.
2. Lì ti viene dato un ramo d’ulivo. Cerca di sentire chi te l’ha donato.
3. Poi ritorna e pianta il ramo nel tuo corpo. Osserva come cresce per diventare un albero nel tuo spazio interiore. Senti la sua presenza e guarda la bellezza dell’albero della pace che cresce dentro di te.
4. Ora, nella tua immaginazione fai 5 passi in avanti e pianta l’albero della pace e della bellezza al centro di un paesaggio o di una città ucraina distrutti. Osserva come cresce e la benedizione che esso sviluppa.
5. In seguito scegli un altro luogo nel mondo distrutto dalla guerra e svolgi lo stesso processo di piantarvi un albero di pace.

Sequenza 2: Invitiamo le anime dei soldati redenti in nostro aiuto
Marko ha avuto la seguente esperienza durante il lavoro con un luogo a Lubiana, dove dei soldati fascisti uccisero dei combattenti per la libertà (partigiani) nella seconda guerra mondiale: nel 1995 vi stava svolgendo un laboratorio e ha visto le vittime e i loro esecutori in cerchio sopra il luogo, in lunghi abiti bianchi e tenendosi per mano.

1. Immagina un grande cerchio di anime in abiti bianchi sopra l’Ucraina (o sopra un altro luogo di guerra che ti chiama). Durante la loro incarnazione sulla Terra furono in qualche modo coinvolti nella guerra. Gli abiti bianchi denotano che ora si sono riscattati.
2. Uno dopo l’altro si avvicinano al luogo di guerra, toccano il suolo con le dita dei piedi ma non stanno in piedi sulla Terra.
3. Senti che effetto ha la loro presenza sui campi di battaglia.
4. Chiedi a ogni soldato nel nome dei suoi antenati (non importa a quale lato appartenga) se ciò che sta facendo sia in sintonia con il proprio cuore e la propria mente.
5. Le anime vestite in abiti bianchi non se ne vanno finché non scende la pace.

Sequenza 3: Gli esseri fatati della colomba bianca sono imprigionati
Come mai è nata una guerra così spietata nel centro d’Europa dopo sette decadi di relativa pace? Quegli esseri fatati elevati (deva), i guardiani della colomba bianca della pace, sono imprigionati. Un muro alto e infinitamente lungo impedisce a loro di portare la pace ovunque ce ne sia bisogno. La guerra in Ucraina e qualsiasi possibile guerra futura ci chiede di agire. Per affrontare con successo i guardiani del muro utilizzeremo il linguaggio delle favole.

1. Guarda la gigante figura della Madre della Vita galleggiare sopra la Terra, così grande che gioca con le nuvole e i temporali.
2. La Madre ha dei minuscoli fori al centro dei  palmi delle sue mani. Tutto ciò che viene risucchiato attraverso i suoi palmi sparisce nell’infinito.
3. Chiedi alla Madre della Vita di risucchiare il lungo muro che separa l’umanità dai Deva della Pace.
4. Ora puoi vedere che il muro che ci separa dai Deva della Pace è stato costruito sopra le ossa delle persone morte in innumerevoli guerre. Fai scorrere fiumi di energia viola per trasformare le ossa in prati fiorenti.
5. Immagina che i fiori dei prati si trasformino in colombe bianche che portano la pace nei luoghi della Terra in cui ce n’è bisogno.
6. Adesso preparati ad incontrare il popolo delle fate della colomba bianca. Allarga lo spazio del tuo cuore in modo che possano entrarci. Senti la loro presenza. Incontrale cuore a cuore.

Sequenza 4: Ristabilire il santuario del “Terzo occhio”
Il terzo occhio tradizionalmente viene segnato sulla fronte. Tuttavia, da un punto di vista più olistico rappresenta un canale d’energia che collega la parte posteriore della testa, il suo focus centrale e il punto sulla fronte. Il Terzo occhio rappresenta la visione interiore, la veridicità e la chiarezza. Il sistema del Terzo occhio umano è una vittima delle guerre recenti che non conoscono alcun criterio etico e morale.

1. Per raggiungere il santuario del Terzo occhio dobbiamo fare il giro intorno alla testa. La porta si trova dietro la testa.
2. Stando sul retro della testa, immagina di trovarti di fronte ad un grande tempio a forma di cupola dorata (simile al tuo cranio).
3. La porta si apre e tu entri. Sii consapevole che questa è la porta che collega la testa umana al mondo spirituale degli antenati e dei discendenti.
4. Poi procedi all’interno del tempio, lungo il corridoio che conduce tra le due metà del cervello. All’inizio incontri innumerevoli memorie di culture del passato e sistemi stellari che l’umanità ha attraversato nel corso della sua evoluzione. Tuffati nel tesoro multidimensionale del passato.
5. Ora sei arrivato al punto centrale del santuario rappresentato dalla ghiamdola dell’ipofisi. Qui non c’è più spazio per il passato. Qui puoi sentire la qualità dell’eterno presente (qui ed ora).
6. Successivamente ci muoviamo verso la fronte. Una volta arrivati (sei sempre all’interno del tempio della tua testa) apri la finestra del Terzo occhio. Osserva i ritmi della vita che si dispiegano di fronte al tuo corpo.
7. Ti sorpende che aprendo la finestra del Terzo occhio, si apre anche la porta del tuo cuore. È l’amore del tuo cuore che può ristabilire il tempio della testa umana.

Conclusione

Ci prendiamo un po’ di tempo per incontrarci e chiacchierare.
Poi creiamo un cerchio che fa da ponte tra i continenti e gli oceani; esprimiamo gratitudine per le esperienze vissute.
Ora inizia a cantare! Facciamo il canto tonale delle vocali come abbiamo fatto all’inizio. Invitiamo anche gli altri esseri che ci hanno accompagnato in questo laboratorio ad unirsi al canto.

 

Scarica QUI il pdf