RINNOVARE IL CICLO DELLE STAGIONI

Share Button

Si consiglia di leggere prima la lettera d’invito al progetto QUI

Primo di cinque laboratori telepatici
RINNOVARE IL CICLO DELLE STAGIONI

Progetto di un anno, 2020-2021
Proposto dall’agricoltore biodinamico Bernard Lainka e organizzato da Iveta Šugarkova della Repubblica Ceca.
Preparato da Marko Pogančnik, artista UNESCO per la Pace, Slovenia.
Conveniamo, ognuno dal luogo dove si trova, il 20 giugno alle ore 9.00 del mattino

IL SOLSTIZIO D’ESTATE
Ci sono diversi aspetti di cui dovremmo parlare: per primo bisogna rinnovare il rapporto con il mondo degli esseri elementari come un’intelligenza che è responsabile per lo svolgimento di tutti i processi costruttivi e trasformativi della natura. Per muoversi tra i corpi della natura quali alberi o paesaggi, gli elementari hanno un corpo sottile (eterico) e quindi agli occhi della mente razionale si muovono in modo invisibile. Di conseguenza, la loro presenza e il loro sapere vengono ignorati per quanto riguarda i processi della natura. La loro presenza vivace e gioiosa non può essere sostituita dalla tecnologia genetica.

9.00 – 9.10: Sintonizzazione del gruppo
Nonostante il fatto che siamo distribuiti per tutta l’Europa e oltre, sentiamo la nostra comunità, convenuta per amore della creazione terrestre e per un senso di 
co-responsabilità per la vita della Terra. Grazie a questi presupposti si crea lo spazio di risonanza nel quale si svolge il nostro laboratorio.

9.10 – 9.20: Liberare il mondo elementare dalle vecchie immagini
Per prima cosa dovremmo dimenticarci delle immagini e definizioni tradizionali degli esseri elementari. Il mondo elementare ha attraversato un cambiamento epocale ed è diventato in essenza molto diverso.

  • Immaginati che gli esseri elementari compaiano davanti a te nei loro “costumi” tradizionali, e che si tolgano i loro cappucci a punta, le ali delle fate, le code di pesce e così via.
  • Percepisci loro come esseri pari a te.

9.20 – 9.40: Incontro con il mondo elementare
Scegli nella tua immaginazione un luogo che conosci, dove desideri sperimentare la presenza degli esseri elementari. Il luogo dev’essere così distante da te che non ci puoi andare con il corpo. La cosa migliore sarebbe che tu scelga il posto già un giorno prima, così che puoi preparare gli esseri elementari del tuo “arrivo”.

  • Di seguito immaginati che la natura che ti circonda in quel posto, ti attraversi partendo dalla schiena in avanti in modo solenne, tramite la fessura della tua spina dorsale.
  • Senti cosa si crea davanti a te. Sii aperto a ciò che non t’aspetti. Permetti alla tua immaginazione di tradurre ciò che hai sentito in emozioni o immagini.
  • Onora la onnipresenza del mondo elementare.

9.40 – 10.00: L’essere elementare personale
Quando l’essere umano viene a conoscere il proprio aspetto elementare, supera la spaccatura che divide l’uomo dalla Terra e dalla natura.

  • Nella tua immaginazione ti vedi due volte: come succede in alcune carte da gioco, ti vedi con la testa in alto e con la testa in basso (verso il centro della Terra). Prenditi il tempo di percepirti così.
  • Poi ti inchini in avanti e porti il tuo Io elementare in modo amorevole nel tuo spazio del cuore. Prenditi il tempo per percepire cosa senti in questa riunione.

10.00 – 10.20: L’arco dell’ascensione dell’anno si ribalta durante il solstizio per diventare un arco discendente

  • Immaginati una clessidra. La sabbia sta scendendo dalla parte superiore.
  • Quando l’ultimo granello di sabbia è sceso giri la clessidra. Senti che effetto abbia in te questo momento decisivo di cambiamento. Ripeti il ribaltare della clessidra alcune volte. Ti puoi aiutare in questo con il gesto delle tue mani.
  • Adesso ripeti l’esercizio con riferimento all’attuale epoca culturale. La civilizzazione sotto tanti aspetti è diventata molto distruttiva. Gli ultimi granelli di sabbia di quest’epoca stanno scendendo in questo momento.
  • Prendi la clessidra tra le tue mani e girala. Assicurati che durante questo ribaltamento vengano toccati tutti gli aspetti della cultura umana.
  • La coppa superiore è nuovamente piena. Ora sta già scorrendo una nuova epoca dell’evoluzione umana e della Terra. Rallegrati! Senti la sua qualità!

10.20 – 10.40: Pausa per bere una tazza di tè e prendere nota delle esperienze…

10.40 – 11.00: Il solstizio d’estate è il tempo del sacro sposalizio tra i principi femminili e quelli maschili dell’universo e della Terra

  • Se sei una donna, il tuo aspetto femminile guarda in avanti, mentre il tuo aspetto maschile è situato sulla tua schiena e guarda all’indietro. Se sei un uomo, la situazione è invertita. Prenditi il tempo per orientarti con il tuo compagno/la tua compagna interiore.
  • Adesso il tuo compagno/la tua compagna scivola, trapassandoti, in avanti, in modo che possiate guardarvi negli occhi. Dovreste conoscervi meglio e fare amicizia.
  • Non rimandare lui/lei indietro, bensì trovagli un bel posto dentro di te.
  • Se dovessero sorgere delle difficoltà facendo quest’esercizio, sai su cosa dovresti lavorare per i prossimi tre mesi.

11.00 – 11.10: il sacro sposalizio tra Gaia e Pan non può avvenire finché i due sono bloccati nei ruoli in cui sono stati costretti dalle culture patriarcali.

  • Gaia non è solo la madre Terra. Lei è la creatrice dell’universo terrestre e desidera diventare la compagna di tutti gli esseri che abitano la Terra, inclusa l’umanità.
  • Pan non vuole più essere un dio-capra. Lui è responsabile per le incarnazioni delle creazione di Gaia su diversi livelli dell’esistenza. Lui vorrebbe riacquistare la sua coscienza divina, che gli è stata estraniata a causa dei dogmi religiosi.
  • Applica la forza trasformativa del colore viola per liberare i due compagni dalle proiezioni estranee.

11.10 – 11.30: Festeggiamo lo sposalizio tra Gaia e Pan affinché la ruota della vita possa continuare a girare
Le religioni monoteistiche hanno abusato di Pan per costruire la figura del diavolo e l’hanno esiliato nell’inferno. Da quel punto in poi, il principio maschile ha perso l’orientamento nella vita: combina sciocchezza dopo sciocchezza e causa sofferenza dopo sofferenza.
Se Orfeo ha potuto condurre Euridice fuori dall’inferno, allora anche noi possiamo liberare Pan. Ciò è possibile soltanto se abbiamo piena fiducia, senza ripetere l’errore di Orfeo.

  • Immaginati di stare sull’ingresso del Mondo del Basso (mondo degli inferi) con la schiena rivolta verso le ripide scale discendenti. Ora inizia ad incamminarti all’indietro.
  • Potresti incontrare degli ostacoli durante la discesa che ti vogliono dissuadere dalla tua impresa. Tu però affermi a te stesso: “È giunto il tempo della libertà per Pan”
  • Arrivato in basso c’è Pan che t’aspetta. Sentirai la sua presenza ma non devi voltarti.
  • Quando risali la scala, Pan ti seguirà e durante l’ascesa avverrà la sua trasformazione.
  • Quando sarete arrivati in alto ci sarà Gaia, la sua compagna ad aspettarlo. Pan attraversa il tuo corpo per abbracciare Gaia.
  • Loro due crescono insieme come un possente albero della vita, che distribuirà i suoi frutti e la nostra libertà in tutta la Terra.

11.30 – 11.40: Conclusione
Ci ringraziamo reciprocamente e ringraziamo gli esseri dei vari regni della Terra e dell’universo che ci hanno accompagnati e sciogliamo il nostro cerchio. Se durante il laboratorio hai sentito che certi esercizi possano essere utili a te e alla vita, sentiti libero di continuare a farli.

Ripeteremo questo laboratorio telepatico sabato, 25 luglio con gli stessi orari per sostenere i cicli della vita e per raccogliere nuove esperienze a riguardo. Così anche le persone che hanno aderito in ritardo avranno la possibilità di far parte dell’opera.

Grazie a tutti! Bernard, Iveta e Marko

 

Scarica il testo in pdf QUI