SEMINARIO N. 1 DELL’INCONTRO LIFENET 2020 – 11 APRILE

SEMINARIO N. 1 DELL’INCONTRO LIFENET 2020 – 11 APRILE

Seminario nr. 1 del raduno Lifenet 2020
Preparato da Marko Pogačnik e dell’associazione VITAA
Sabato Santo, 11 aprile 2020 dalle 9.00 alle 12.00

Il seminario si basa sulla comunicazione telepatica, scegli quindi un posto da dove vuoi partecipare. La versione in tedesco e in sloveno del seminario lo trovi sulla homepage del raduno Lifenet: http://www.lifenet.si/meditations/

Non è permesso di condividere questo seminario sulle reti social come facebook, puoi però invitare via e-mail amici e partecipanti dei quali ti fidi e inviare loro lo schema del seminario. Non è tanto importante il numero dei partecipanti quanto la qualità del nostro convenire.
Non preoccuparti delle differenze del fuso orario, lavoreremo in sincronia con il sole, inizia quindi il lavoro alle ore 9.15 del tuo fuso orario.
Stampa questo schema o tienilo appresso in forma digitale in modo da poterti attenere allo schema dei tempi.

Programma

9.15-9.30 Collegamento e sincronizzazione con il gruppo
1. Ci prendiamo il tempo per sentire la presenza di tutti i partecipanti e di formare un cerchio. Percepisci la sensazione di stare seduto in questo cerchio.
2. Invita gli esseri elementari che sono disposti ad aiutare a far parte del cerchio. Invita altresì gli amici del regno degli antenati e del regno degli angeli. Percepisci la sensazione di stare in un cerchio con tutti questi esseri.
3. Adesso si tratta di creare lo spazio eterico nel quale si svolgerà il nostro seminario telepatico. Immaginati di creare intorno al nostro cerchio una bolla fatta di una membrana di sottili fili verdi e violetti. Tieni in mente di tanto in tanto durante il nostro seminario questo nostro spazio comune, che ci permette di collaborare in questo periodo di quarantena.

9.30-9.50 Radicamento del cerchio presso il lago di Bohinj, il luogo dove si terrà l’incontro LifeNet 2020
1. Lo scopo di questa parte del seminario è quello di evitare che il cerchio galleggi, e di invece radicarlo in quel luogo d’ispirazione che è il lago di Bohinj.
2. I 20 partecipanti sloveni del gruppo, che conoscono quei luoghi, ti condurranno in 4 poati. Avrai circa 5 minuti per sentire ognuno dei posti e scoprire le sue qualità.
3. Si tratta dei posti seguenti: le cascate di Savica, la riva del lago di Bohinj, la penisola Naklova Glava nel centro del lago e il luogo dove defluisce il fiume Sava dal lago.

9.50-10.00 Breve pausa per annotare le esperienze e per riposare

Come si racconta in molte favole, l’eroe deve prima passare 3 prove. Perciò lavoriamo nel prossimo passo alla trasformazione di tre tipi di blocchi, che ostacolano il collegamento dal cuore della cultura umana al pianeta Terra. Ciascun blocco si trova di volta in volta a un livello inferiore del subconscio della Terra.

10.00-10.10 Ricordiamo all’umanità che siamo chiamati a diventare co-creatori di Gaia anziché i distruttori della Terra.
1. Dobbiamo trasformare lo schema il quale esprime che la Terra è a disposizione degli esseri umani per perseguire i loro scopi egoistici
2. Esegui l’esercizio GaiaTouch del distaccamento da questo schema (allegato 1), poi lascia che un vento viola trasformi lo schema dell’ignoranza, che si tende come una rete sopra i popoli del mondo, all’altezza del plesso solare.
3. Invece esprimiamo nel nome dell’umanità il nostro intento di collaborare, con amore, con tutti gli esseri che appartengono agli agglomerati dei mondi di Gaia. Ascolta l’eventuale feedback dal mondo elementare.

10.10-10.20 Trasformazione dello schema dei terrificanti inferni, che le religioni patriarcali proiettano da millenni sugli strati profondi della Terra.
1. Lo schema dell’inferno blocca a milioni di persone il puro e gioioso rapporto con il centro della Terra e con Gaia, la coscienza della Terra.
2. Immaginati che porgi le tue mani nella profondità negli strati minerali della Terra, nella litosfera, fino a dove si trova lo schema religioso dell’inferno.
3. Là raccogli lo schema con le tue mani e formi una palla. Falla diventare sempre più piccola, in modo tale che diventi una pallina omeopatica nera, nella quale resta compresso lo schema dell’inferno.
4. Alza di seguito questa pallina fuori dalla Terra e porgila in alto, verso il cielo.
5. Apri ora le tue mani, chiedi agli esseri elementari dell’aria e agli esseri angelici della trasmutazione di prendere la sfera per portarla al tempio eterico della trasformazione, eretto nel frattempo da Gaia.

10.20-10.40 Rilascio del piccolo essere potente (virus) che tenta gli esseri umani a diventare ostili verso la libertà e la bellezza.
1. Questo “virus” giace in profondità dell’elemento acqua, a tre livelli sotto la superficie.
2. Immaginati di stare in riva di un lago (potrebbe essere il lago Bonhinj, che abbiamo già visitato precedentemente).
3. Ora abbi coraggio ed entra nelle profondità del lago, fino ad arrivare sul fondo. Prenditi un attimo di tempo per sentire il corpo acquoso del lago.
4. Cerca poi quel entrata stretta che porta nello spazio sotto il lago.
5. Chiedi, se necessario, della chiave. Entra nello spazio sotto il lago. Questo è il regno dell’acqua della vita, che giace puro e pacifico sotto il lago.
6. Resta lì per un po’ per fare un bagno in questa qualità.
7. Adesso dobbiamo andare un livello più profondo, per entrare nel terzo livello sott’acqua.
8. Là troviamo con nostra sorpresa delle ampie sale asciutte nelle quali si trovano qua e là dei mucchietti di monete d’oro.
9. Non lasciarti abbagliare dello splendore dell’oro! È oro falso, l’essenza dell’elemento cosmico acqua, prosciugato dalla sofferenza e dalla disperazione umana: sofferenza nelle guerre permanenti e sotto il dominio patriarcale.
10. Prendi una manciata di monete. Comprimile e forma una piccola sfera nella quale sono codificati le informazioni e i nomi della potenza estranea che domina sulla sofferenza umana e sulla perdità dell’identità umana.
11. Alza la piccola sfera verso il cielo (facendo il gesto corrispondente) e prega i nostri aiutanti del mondo angelico di portarla ai sistemi stellari nella galassia, dove la sua presenza potrebbe essere utile.
12. Guardati intorno: la sala che poco prima era asciutta, è ora piena dell’archetipo dell’acqua cosmica splendente e dorato. Gioisci della sua presenza e ringrazia:

10.40-11.00 Pausa di 20 minuti. Bevi un caffè, mangia un pezzetto di cioccolato, riposati ecc.

11.00-11.20 Rinnoviamo il collegamento con Gaia, con la coscienza divina e con il creatore dell’universo terrestre.
1. Stai dritto in piedi e richiama alla mente il collegamento verticale al centro della Terra, seguendo la forza della gravità. Si tratta di un livello antico di collegamento, gerarchico: Gaia sta sotto, gli esseri umani sopra.
2. Adesso creiamo il nuovo collegamento da cuore a cuore con Gaia, la madre della vita. Ora puoi sederti.
3. Sii presente nel tuo centro cuore e immaginati di guardarti intorno. Guarda attorno a te la bellezza delle creazioni di Gaia. Ricordati degli aspetti differenti della bellezza naturale che conservi nella tua memoria e osservali con profondo rispetto.
4. Ora senti il riflesso della creazione di Gaia nel tuo spazio-cuore. Senti come i raggi del suo amore agiscano nelle diverse dimensioni del tuo sistema-cuore.
5. Osserva su quali aspetti in relazione al micro-universo del tuo cuore voglia guidare la tua attenzione. Esamina la qualità del tuo muscolo del cuore, del centro cuore, della parte anteriore e posteriore del tuo chakra del cuore, del cuore elementare in fondo allo sterno, della gola come corona del tuo sistema cuore…
6. Manda ora nel mondo un impulso, partendo dal tuo cuore, un appello all’umanità a risvegliarsi adesso, con un collegamento rinnovato da cuore a cuore con la Dea della Terra.

11.20-11.50 Bilanciamento delle nostre dimensioni corporee per sostenere la nuova stabilità della Terra.
Per il bilanciamento utilizziamo il nostro corpo e le sue tre assi: l’orizzontale, la verticale e la diagonale (vedi allegato 2)
1. Per primo ristabiliamo un nuovo equilibrio tra il femminile (Yin) e il maschile (Yang).
2. Immaginati il principio femminile davanti a te, che splende con la qualità della luna. Accoglilo nel tuo cuore: cosa senti?
3. Ora immaginati l’energia maschile che irradia da una certa distanza dietro alla tua schiena la luce del sole.
4. Accogli anch’essa nel tuo cuore affinché possa generare insieme all’energia femminile la qualità della riconciliazione, che condividi il tuo prossimo e con gli esseri della Terra.
5. Come prossimo passo bilanciamo il rapporto tra le dimensioni spirituali la vita incarnata. Senti la Terra e i suoi mondi elementari sotto i tuoi piedi e porta queste qualità nella regione della gola.
6. Senti le regioni enormi dei mondi spirituali sopra di te e porta anche le sue qualità sottili nella regione della tua gola. In questo spazio le due polarità si fondono e creano una nuova qualità della pace. Irradia questa qualità nelle quattro direzioni, nel mondo.

Adesso lavoriamo per il bilanciamento dell’asse diagonale che collega il nostro muscolo del cuore al così detto “quinto stigma di Christo”. Questo passo è importante per due ragioni:
· Il seminario si svolge durante il periodo di Pasqua, la festa della (auto)risurrezione umana
· L’asse diagonale della creazione terrena viene trascurata nella coscienza umana. Il muscolo del cuore è ciò che rende possibile la presenza tesoro dell’individuo nell’attuale incarnazione. Il quinto stigma si trova nell’angolo opposto, sulla destra bassa dell’addome. Rappresenta l’entrata nelle diverse dimensioni dell’universo terrestre. Bene, ora possiamo continuare il nostro lavoro:

1. Sii presente nel e intorno al tuo muscolo del cuore. Fare questa esperienza è importante per il nostro tempo presente e futuro.
2. Porta questa esperienza al tuo cuore elementare, in fondo al tuo sterno.
3. Sii presente alla porta del chakra del “quinto stigma”, guarda attraverso l’apertura. Cosa vedi?
4. Ora porta ciò che hai percepito davanti al portale del “quinto stigma” nel tuo cuore elementare.
5. Là, le due qualità generano una sintesi che si chiama libertà, la libertà delle persone di essere uomini incarnati e allo stesso tempo essere liberi a muoversi tra i mondi della Terra multi-dimensionale.

11.50-12.00 Conclusione del seminario
Ci ringraziamo reciprocamente per per il sostegno in questo lavoro. Ringraziamo inoltre tutti gli esseri delle altre dimensioni della realtà che hanno partecipato. Preghiamo gli esseri elementari e angelici che hanno collaborato, ad aiutarci mentre si avvicina l’incontro LifeNet del 13-16 luglio 2020 sul lago di Bohinj, e chiediamo altresì sostegno dal mondo degli antenati e da quello spirituale. Ci ringraziamo ancora e lasciamo per ora il nostro cerchio.

Potete condividere le vostre esperienze sul sito summenzionato.

Allegato 1
Esercizio GaiaTouch del distacco:
1. Congiungi le mani in segno di preghiera in senso orizzontale davanti al plesso solare.
2. Premile forte l’una contro l’altra e sii consapevole del distacco che vuoi ottenere.
3. Poi, in un attimo, staccale con la massima forza.
4. Dai palmi delle mani allargate manda luce viola per trasformare ciò che è rimasto del legame.
5. Ringrazia.

Allegato 2

 

Scarica il pdf qui

Articoli collegati

Un nuovo modo di radicarsi – Laboratorio telepatico LifeNet

Un nuovo modo di radicarsi – Laboratorio telepatico LifeNet

Laboratorio telepatico del solstizio d’inverno 2022

Laboratorio telepatico del solstizio d’inverno 2022

Proteggere il corpo delle Evoluzioni Terrene
 – Laboratorio Telepatico LifeNet
 novembre 2022

Proteggere il corpo delle Evoluzioni Terrene
 – Laboratorio Telepatico LifeNet
 novembre 2022

Proteggiamo la scintilla della vita!
 Laboratorio Telepatico ottobre 2022

Proteggiamo la scintilla della vita!
 Laboratorio Telepatico ottobre 2022